Ministero della Difesa, Ministero dell'Economia e delle Finanze, Ministero dello Sviluppo Economico

Difesa, Finanze e Sviluppo Economico

  • MINISTERO DELLA DIFESA

Sede: (Palazzo Baracchini) - Via XX Settembre 8 - Roma.

A questo dicastero sono attribuiti compiti e funzioni che spettano allo Stato per quanto riguarda difesa e sicurezza militare dello stesso.

I compiti legati all'area tecnico-operativa riguardano partecipazione  a missioni, anche multinazionali, di pace, ad organismi internazionali (vi partecipa il Ministro o un suo delegato) ed europei in materia di difesa e sicurezza militare e attuazione delle decisioni dagli stessi adottate; pianificazione operativa delle forze armate; difesa del territorio nazionale e delle vie di comunicazione marittime ed aeree; rapporti con le autorità militari di altri Stati; interventi a tutela dell'ambiente, su disposizione del Governo; concorso in attività di protezione civile e salvaguardia del bene comune nazionale in caso di calamità.

L'area tecnico-amministrativa e tecnico-industriale svolge compiti riguardanti la politica degli armamenti e lavora a programmi di cooperazione internazionale; ispezioni amministrative; affari giuridici, disciplinari, sociali e contenzioso per quel che riguarda il personale militare e civile; armamenti navali, terrestri e aeronautici; informatica, telecomunicazioni e tecnologie avanzate; leva e reclutamento; sanità militare; programmi di studio relativi alle tecnologie per lo sviluppo degli armamenti.

  • MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Sede: Via XX Settembre 97 - Roma.

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze svolge funzioni e compiti per quanto riguarda la politica economica, con particolare attenzione all'analisi dei problemi economici, monetari e finanziari sia interni che internazionali; di vigilanza sui mercati finanziari e sul sistema creditizio; di gestione del debito pubblico.

Un'altra area funzionale riguarda le politiche, i processi e gli adempimenti di bilancio ed in particolare di ciò che riguarda la formazione e la gestione del bilancio dello Stato; degli adempimenti di tesoreria e della verifica dei flussi di cassa. Esso verifica e coordina gli interventi rivolti allo sviluppo economico territoriale e di settore con particolare attenzione alle zone depresse, avvalendosi anche delle Camere di Commercio.

Il settore delle politiche fiscali riguarda l'analisi del sistema fiscale e delle decisioni relative alle entrate tributarie ed erariali in ambito nazionale, comunitario, nonché internazionale; attività di coordinamento, vigilanza e controllo sulle agenzie fiscale e gli altri enti che esercitano funzioni in ambito di tributi ed entrate erariali.

 

  • MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Sede: Via Molise 2 - Roma.

Il Ministero dello Sviluppo Economico si occupa di promozione e sviluppo del sistema produttivo nazionale in quanto a competitività in rapporto agli altri paesi e di monitoraggio riguardo al mercato interno. Svolge compiti di programmazione, coordinamento, verifica ed attuazione in merito agli interventi per lo sviluppo e la coesione economica, territoriale e sociale in particolar modo mirati alle aree sotto utilizzate; pone in atto politiche di sviluppo industriale per le Piccole e Medie Industrie; elabora linee di politica energetica di importanza nazionale; si occupa di telecomunicazioni, promozione e protezione della proprietà industriale, commercio internazionale; tutela della proprietà intellettuale, sorveglianza ed azioni di contrasto al fenomeno della contraffazione. Questo dicastero, inoltre, attua le disposizioni del Codice del Consumo, del Codice delle Assicurazioni Private e del Codice della Proprietà Industriale; cura il Sistema Nazionale del Gas Naturale, si occupa dell'Ufficio Nazionale Minerario per gli Idrocarburi e la Geotermia; cura, inoltre, gli accordi sulle reti dell'energia per l'industria e le liberalizzazioni; si occupa di tutela del consumatore.